15 marzo 2012

Il ciclo estrale della gatta

Per la gatta l’inizio dell’attività ovarica e quindi del ciclo estrale, segna il passaggio dalla fase prepubere a quella della pubertà.

Tale passaggio non avviene ad un’ età precisa ma è condizionato da diversi fattori, tra cui la durata della luce diurna (fotoperiodo), il momento dell’anno in cui è nata la gatta, lo stato alimentare, la temperatura ambientale, ecc.; Possiamo quindi, da un punto di vista generale, considerare un intervallo di tempo che va dai 6 ai 9 mesi d’età.

Non dimentichiamo che esistono gatte che, in condizioni ambientali e nutrizionali buone, possono manifestare il primo calore a 4-5 mesi. L’ovulazione della gatta non è spontanea come avviene per es. nella specie umana, ma provocata, essa viene indotta naturalmente con l’accoppiamento (stimolazione della cervice) e artificialmente con la somministrazione di ormoni (se il coito è sterile si ha ugualmente ovulazione, i corpi lutei si formano normalmente, secernono il loro ormone e poi regrediscono e la durata di questo ciclo di pseudo-gravidanza è di circa 42 giorni). Vediamo ora nel dettaglio quali sono le fasi estrali della gatta.




Proestro

La durata del proestro varia da 1,5-2 giorni, in questa fase i maschi sono attratti dalle femmine che però, per ora, non sono recettive ma mostrano solo una serie di cambiamenti comportamentali come, lo strofinare la testa e il collo contro oggetti, il continuo miagolare, il mettersi in posizione e il rotolarsi.

Può succedere che, in alcune gatte, questo stadio sia meno evidente e tutto quello che si osserva è un comportamento più affettuoso. Se la gatta vive in comunità anche con altre femmine è possibile che durante il proestro le gatte diventino più sociali tra loro, lavandosi a vicenda e dormendo assieme (figura sotto). Il maschio in questa fase viene regolarmente respinto con delle zampate.

Estro (calore)
La durata dell’estro varia dai 4 ai 10 giorni (4 giorni se il calore avviene in presenza del maschio e 10 se la gatta non si accoppia). Questo è il periodo in cui la gatta accetta il maschio ed avviene l'ovulazione. Il numero di ovuli liberati (da 2 ad 11) dipende dal numero e specialmente dalla frequenza degli accoppiamenti (tre volte ogni tre-quattro ore). L'ovulazione ha luogo da 24 a 30 ore dopo l'accoppiamento. Durante l'estro, la gatta presenta un vero e proprio comportamento di corteggiamento: miagola insistentemente, si strofina contro gli oggetti, si rotola sul pavimento ed assume una posizione caratteristica a dorso curvo in lordosi con movimenti scalpitanti degli arti posteriori. A volte manifesta il desiderio di allontanarsi da casa (spesso cacciandosi nei guai, attenzione!) e può urinare fuori dalla lettiera.

Diestro
La durata del diestro varia da 8 a 10 giorni ed è caratterizzato dall’inattività sessuale.
Anestro

La durata dell’anestro è di 3-4 mesi ed è il periodo di inattività sessuale prolungata, questo stadio compare generalmente tra Settembre e Gennaio, anche se la vita agiata e l’alimentazione molto ricca, stanno portando la gatta ad avere cicli estrali per tutto l’anno.

Se la gatta si accoppia e avviene l’annidiamento (dopo 14-16 giorni dalla fecondazione) s’instaura la gravidanza. L’estro ricompare generalmente 4 settimane dopo il parto, proprio quando la gatta sta ancora allattando.



Nessun commento: