4 novembre 2011

Gatti: viaggi e trasporto

I gatti, salvo eccezioni, non amano viaggiare: per loro il trasporto rappresenta uno stress.
Se dovete fare un viaggio da soli in auto con il/i vostri gatti, portatevi dietro tutto l’occorrente, ciotole, acqua in bottiglie, cibo, salviette o rotolo di carta, pannolini assorbenti per i bisogni, non fate la follia di fermarvi in qualche prato e liberare là il gatto, sperando che, come il cane, faccia i bisogni lì a comando… si spaventerebbe del luogo sconosciuto e correreste il rischio di non riprenderlo più! Durante il tragitto, se lungo, dategli da bere; alcuni mici dormono, altri si agitano all’inizio del viaggio e poi si tranquillizzano, alcuni soffrono il mal d’auto (non è vero che ne siano immuni!). Se in auto siete in due, e se il carattere del micio lo consente, si può fare uscire il gatto dal trasportino: alcuni amano stare in grembo di chi è accanto al conducente. In ogni caso non deve passeggiare nella macchina e distrarre chi guida. E’ frequente che i gatti, chiusi nel trasportino, durante il tragitto in auto vomitino o facciano i bisogni; se accade fermatevi e pulite subito prima che il micio, rigirandosi, si imbratti tutto. Non lasciate mai il/i gatti chiusi in macchina specialmente nella stagione estiva, dove c’era l'ombra arriva il sole, il micio si surriscalda e può morire: è molto pericoloso anche se l’auto è all’ombra e la temperatura è elevata. Se proprio dovete, ma non per più di mezz’ora, accertatevi che vi sia ombra e lasciate un po’ d’acqua in una ciotola e aperti i finestrini (tutti e quattro), basta un dito, che circoli l’aria. E’ sconsigliato e pericoloso trasportare i gatti (anche se apparentemente docili) su mezzi a due ruote perchè si spaventano moltissimo per i rumori. Rischiosissimo anche trasportare un gatto in braccio, anche se cucciolo: trovandosi in un ambiente non familiare e rumoroso si spaventerebbe a morte e potrebbe essere colto dal panico, graffiare, mordere e sgusciare via col risultato che lo perdereste forse irrimediabilmente (pensate se dovesse succedere in mezzo al traffico!). Se vi è un’emergenza (soccorso di micio ferito o ammalato) e non avete un trasportino, fate molta attenzione e avvolgetelo in un panno e se l’avete, mettetelo in una borsa.
Per i tragitti a piedi, coprite il trasportino con un telo in modo che il felino non veda ciò che accade fuori. Per viaggiare in treno, nave e aereo è necessario informarsi presso le compagnie in merito ai regolamenti: di solito i gatti possono viaggiare accanto al padrone nell’apposito trasportino.

Nessun commento: