29 dicembre 2014

Finanziare la Ricerca senza animali: una questione non soltanto etica



E' nota ormai da tempo la scarsa affidabilità di molti modelli animali nella ricerca bio-medica. Un numero sempre maggiore di ricercatori sta diventando consapevole del fatto che un'eccessiva fiducia in tali modelli potrebbe causare danni al progresso medico e rappresentare un pericolo per la sicurezza dei pazienti. 
I-Care ha creato una raccolta firme per richiedere al Governo di dare priorità, nei finanziamenti alla ricerca, a metodi di ricerca moderni e tecnologicamente avanzati di rilevanza umana per tutte quelle sperimentazioni non obbligatorie da normative internazionali e al Parlamento Europeo di velocizzare le procedure di sostituzione dell’uso di animali con metodi alternativi tecnologicamente avanzati di rilevanza umana per tutte le sperimentazioni obbligatorie in base a normative europee o internazionali.
Inoltre,raccoglie fondi attraverso la vendita dei ciondoli della collezione dei gioielli “I Cuccioli” (www.collezioneicuccioli.it) e dei gadgets I-Care (t-shirt, shopper,calendari).
Nel mese di Settembre 2014,grazie ai fondi raccolti finora, ha organizzato il primo corso in Italia sui metodi di ricerca tecnologicamente avanzati di rilevanza umana presso l’università di Genova condotto dalla Dott.ssa Susanna Penco,ricercatrice affetta da sclerosi multipla.
La raccolta fondi prosegue per finanziare e organizzare nuovi corsi di aggiornamento diretti a specialisti del settore sui metodi di ricerca tecnologicamente avanzati di rilevanza umana, creare progetti per la didattica universitaria senza l’impiego di animali, sviluppare progetti scientifici per importare sul territorio nazionale procedure di simulazione metabolica, banche di tessuti umani, colture cellulari senza siero animale, metodi 3D in vitro, procedure informatiche Q-SAR per analisi tossicologiche e identificazione di nuovi farmaci.
I cittadini che desiderano sostenere la ricerca avanzata, predittiva e specie-specifica per l’uomo possono recarsi ai tavoli rIcerCARE organizzati in tutta Italia nelle giornate indicate sulla pagina I Care della propria regione per firmare la petizione diretta al Governo e contribuire con una donazione. Finanziare la ricerca senza animali non significa quindi soltanto evitare sofferenza e morte agli animali, ma anche soprattutto promuovere una Ricerca dagli elevati standard metodologici.
Contatti I-Care Italia:
Pagina Nazionale Facebook:  https://www.facebook.com/ICareItalia?fref=ts  

Nessun commento: